Viaggi

Cosa vedere a Cefalù, uno dei borghi più belli d’Italia: guida completa con tanti consigli

9 Giugno 2020

La Sicilia è la mia terra, una terra dalle infinite bellezze e meraviglie, ricca di storia e storie, di arte e natura selvaggia. Tradizione, mare, cibo fanno di questa isola oltre che la più grande dell’Italia e del Mediterraneo anche una delle più belle da esplorare. Tra le mille cose da fare e vedere, Cefalù è senza dubbio una tappa fissa per chi visita la Sicilia, anche solo per un giorno vale la pena visitarla.

Cefalù infatti è uno dei borghi più belli d’Italia, basti pensare al suo centro storico medievale caratterizzato da strade strette e pavimentate in ciottoli, al suo Duomo a doppio campanile patrimonio dell’UNESCO e alla sua Rocca alta 268 metri.

Si raggiunge facilmente sia in auto che in treno poiché situata a soli 70 km da Palermo e in qualsiasi periodo dell’anno decidiate di visitarla sarete travolti dal profumo di salsedine, da scorci da cartolina e da una sabbia dorata.
Questa città di mare e pescatori, accontenta tutti ed è adatta a tutti i tipi di vacanza, ecco quindi le cose davvero imperdibili da fare a Cefalù dalle più avventurose alle più romantiche che vi permetteranno di esplorarla e viverla appieno grazie a tanti utili consigli che troverete.

In questa guida troverai:

  • 7 attività da fare all’aria aperta
  • 5 attività romantiche da fare a Cefalù
  • 3 scorci da fotografare: i più instagrammabili
  • 4 luoghi storici e artistici da vedere a Cefalù

19 cose da fare e vedere a Cefalù: dalle più avventurose alle più romantiche e culturali

7 attività da fare all’aria aperta

Escursione alla Rocca

Tirate fuori le scarpe da trekking perché salire sulla Rocca di Cefalù è una di quelle cose che non potete non fare se trascorrete qualche giorno in questa cittadella. Arrivare in cima è una vera scarpinata ma la fatica verrà ripagata da paesaggi incantevoli e antiche vestigia come il tempio di Diana e i resti del castello da cui si può godere di una vista panoramica del porto di Cefalù.

Volo in parapendio biposto a Cefalù

Amate volare? Volete solcare i cieli della Sicilia? A Cefalù è possibile. Potrete volare in parapendio accompagnati da piloti professionisti e vivere così un’esperienza indimenticabile e ricca di emozioni ammirando la costa della Sicilia da un’altra prospettiva.

Giro in barca lungo la costa di Cefalù

Se cercate un’esperienza unica allora non perdete l’occasione per fare un giro in barca lungo la costa di Cefalù. Questa esperienza vi regalerà oltre ad una giornata di relax in totale armonia con il mare anche la possibilità di fermarvi a fare il bagno al largo, fare snorkeling e persino coccolarvi con un aperitivo a base di prodotti tipici siciliani che vi verrà offerto a bordo. La partenza avviene dal Porto Presidiana da cui è anche possibile raggiungere le isole Eolie.

Fare il bagno poco dopo l’alba o al tramonto

Il lungomare di Cefalù con la sua spiaggia sabbiosa e un mare dall’acqua cristallina è spesso preso d’assalto dai turisti. Proprio per questo se volete vivere un momento intimo, quasi spirituale, concedetevi un bagno la mattina presto quando ancora non c’è nessuno e il sole non è alto oppure se non siete mattinieri aspettate il tramonto; la luce calda del sole, i giochi di luce, il silenzio vi regaleranno un bagno e degli attimi magici.

Esplora le 6 spiagge di Cefalù

Oltre al lungomare, Cefalù ha altre spiagge non solo sabbiose ma anche ghiaiose e dal fondale profondo come ad esempio la Spiaggia Caldura caratterizzata per la vegetazione tipicamente mediterranea che la circonda, per le sue acque azzurre limpide e i suoi faraglioni dalle forme suggestive e colori caratteristici. Frequentata soprattutto da chi ama fare snorkeling, per raggiungerla bisogna scendere una ripida scalinata. La spiaggia Caldura è una delle più belle al mondo e una delle sue peculiarità è l’esposizione ad est, che fa sì che vi sia la presenza del sole dal mattino fino alle prime ore del pomeriggio.

La spiaggia delle Salinelle è davvero immensa ed è costituita da sabbia fine e dorata ed acque azzurre, offre lidi attrezzati ed aree libere e si rivela ideale per chi vuole fare windsurf, per le comitive di amici ma meno per i bambini per via del fondale profondo a poca distanza dalla riva. Capo Playa si trova invece a soli 5 km dalle Salinelle ed ha una spiaggia mista di sabbia e ciottoli. La Spiaggia di S.Ambrogio è il luogo ideale per chi vuole allontanarsi dalle spiagge affollate, è infatti una spiaggia tranquilla e meno conosciuta ed infine vi è la Spiaggia Torre Conca di Cefalù ad 11 km dal centro storico conosciuta soprattutto per la sua movida serale, per le feste e i falò in piena estate. 

NOTA: alcuni lidi sul lungomare di Cefalù sono dotati di scivolo per l’accesso al lido ma non sono attrezzati per assistere i bagnanti disabili

Esplora il Parco delle Madonie in modo alternativo

Se decidete di vivere una Cefalù diversa dal solito, se siete amanti delle camminate in mezzo alla natura o semplicemente avete voglia di un picnic concedetevi una giornata per esplorare il Parco delle Madonie di cui Cefalù è uno dei quindici comuni a farne parte. 

Oltre a fare trekking, è possibile vivere l’esperienza di fare un giro in quod all’interno del Parco delle Madonie partendo da Cefalù e arrivando a Castelbuono. Attraverso questa esperienza vivrete 50 km di avventura, natura selvaggia e adrenalina. Potete anche cogliere l’occasione di far visita allo splendido Parco Avventura delle Madonie e persino dormire su una casa sull’albero.

Movida serale a Cefalù

Se amate fare movida, nelle serate estive Cefalù si colora di luci, bancarelle e musica. Molti lidi, come ad esempio il Malik, diventano delle vere e proprie discoteche a cielo aperto a due passi dal mare mentre altri locali regalano atmosfere più intime e accoglienti.

5 attività romantiche da fare a Cefalù

Andare al Porto Presidiana

Il Porto Presidiana è il nuovo porto di Cefalù. Si tratta di un luogo davvero suggestivo poiché camminando sul suo pontile con testata a T è possibile osservare le barche ormeggiate rimanendo affascinati dalla vista del rientro dei pescherecci. Godetevi il paesaggio intorno a voi, l’atmosfera che si respira, i suoni, le voci.

Guardare il tramonto dal Bastione Marchiafava

Ex elemento difensivo della città adesso trasformato in una splendida terrazza sul mare ad accesso libero, il Bastione Marchiafava è uno dei miei posti preferiti di Cefalù. È  infatti un luogo davvero romantico da cui si può godere di una vista aperta sul mare udendone il suo suono, sul faro e persino ammirare la vista delle isole quando c’è buon tempo. Un posto magico da portare nel cuore.

Passeggiare tra le vie del centro storico

Il centro storico di Cefalù è molto caratteristico. Ha un asse principale conosciuto come Corso Ruggero, ricco di negozi di abbigliamento e souvenir dove sorge anche l’ Osterio Magno, la Chiesa del Purgatorio, la Cattedrale e a sua volta si dirama in viuzze e vicoli del periodo arabo molto stretti e angusti dove è bello perdersi.

Se ne avete voglia potete salire su una navetta turistica che vi condurrà dal centro storico al lungomare fino a raggiungere il porto turistico della città. Sarà un modo alternativo per ammirare Cefalù stando comodamente seduti.

Cenare in un ristorante del centro storico o sulla spiaggia

Per vivere questo antico borgo nella sua essenza concedetevi una cena in un ristorantino tipico del centro storico, alcuni si affacciano sul mare altri tra le piccole viuzze ma qualsiasi locale decidiate di scegliere la vostra serata avrà sicuramente un fascino romantico e senza tempo. 

Assaggiare la brioches con il gelato

Durante la vostra passeggiata in giro per Cefalù, fate tappa in una gelateria ad assaggiare la tipica brioche con il gelato. Tra le tante gelaterie che potete incontrare lungo la strada quella che più vi consiglio è quella dell’Angolo delle Dolcezze i cui prodotti sono tutti artigianali e di alta qualità.

NOTA: Se non siete vegani o vegetariani ma vorreste provare altri piatti tipici, vi consiglio la pasta a Taianu, cioè “in tegame”, un piatto tipico di Cefalù risalente agli arabi, preparato tradizionalmente nel periodo della festa del Santissimo Salvatore, patrono di Cefalù, che si tiene nei primi di agosto.

3 scorci da fotografare: i più instagrammabili

Porta Pescara

Cefalù, roccaforte affacciata sul mare, in passato aveva ben quattro porte di accesso tra cui Porta Pescara chiamata anche Porta sul Mare dagli abitanti della città. Situata nella parte vecchia della città, vicino alla spiaggia e al porto antico, ad oggi è l’unica porta superstite delle quattro dalla quale è possibile soffermarsi ad ammirare uno degli scorci più belli di Cefalù racchiuso in un arco gotico.

Vecchio molo

Poco dopo Porta Pescara, troverete il vecchio molo da cui potete vedere e fotografare la Cefalù più scenografica con il caratteristico mare, le case dei pescatori e gli archi ogivali come ricovero per le barche.

Oltre a scattare la rituale foto “instagrammabile”, sedetevi su una delle panchine che troverete proprio lì rimanendo ad ammirare la bellezza davanti a voi per qualche minuto.

NOTA: Durante la festa del patrono, proprio al vecchio molo si svolge il tradizionale gioco dell’Ntinna a mare dove 17 partecipanti appartenenti ad antiche famiglie di pescatori cefaludesi si sfidano per riuscire ad afferrare una bandiera raffigurante il volto del SS Salvatore posta in fondo ad una trave di legno lunga 16 metri, fissata sul molo e sporgente in mare. Durante il gioco succede una magia: i nomi dei pescatori urlati al megafono che risuonano per tutto il paese, i fischi e le urla di incoraggiamento, la gente per le vie e sulle barche, il mare che luccica sotto il sole cocente delle prime ore pomeridiane, i piedi scalzi dei pescatori e i loro continui tonfi nell’acqua danno vita ad una sinergia pazzesca tra ambiente, tradizione e abitanti. Assolutamente da non perdere.

Lungomare

Cefalù offre tantissimi scorci mozzafiato ma se volete ammirare il paese nella sua totale interezza come se steste guardando una cartolina non posso che consigliarvi di andare alla fine del lungomare. Da lì, vedrete aprirsi davanti a voi il borgo antico, la Cattedrale con la Rocca che la sovrasta, la spiaggia, il tutto come se fosse un quadro a cielo aperto.

4 luoghi storici e artistici da vedere a Cefalù

La Cattedrale di Cefalù arabo-normanna

La Cattedrale di Cefalù, edificata nel 1131 per volere di Ruggero II d’Altavilla re di Sicilia, Puglia e Calabria racchiude in sé l’architettura e l’arte araba, bizantina, la cultura latina e nordica. Entrando, lo sguardo si sofferma sulla semi-cupola dell’abside dove è raffigurato il Cristo Pantocratore mentre all’esterno si posa sulle due possenti torri, alleggerite da eleganti bifore e monofore sormontate da cuspidi piramidali aggiunte nel Quattrocento: una a pianta quadrata l’altra a pianta ottagonale.

Accanto alla Cattedrale si trova il suggestivo chiostro, costituito da quattro gallerie di doppie colonne esili sormontate da capitelli con figure bibliche e scene mitologiche.

Il museo Mandralisca

Se amate l’arte e la cultura, fate un salto al Museo Comunale Mandralisca situato in Via Mandralisca , il quale oltre a conservare il Ritratto d’ignoto di Antonello da Messina, raccoglie reperti storici di eccezionale valore che ripercorrono la storia di Cefalù sin dai tempi più remoti.

Il lavatoio medievale

Tra i vicoli del centro storico potete ammirare l’antico lavatoio medievale ancora intatto e aperto al pubblico ad ogni ora del giorno. Già dalla scalinata in pietra lavica sentirete scorrere l’acqua del fiume Cefalino che, come riporta la scritta posta sul lato destro dell’ingresso, è “più salubre di qualunque altro fiume, più puro dell’argento, più freddo della neve”. Vi sembrerà di viaggiare indietro nel tempo, di vedere le lavandaie mentre lavano i grandi lenzuoli di lino bianco e cantano canti siciliani.

Il Santuario di Gibilmanna

A Gibilmanna, una contrada di Cefalù che si trova sulle pendici del Pizzo Sant’Angelo  all’interno del Parco delle Madonie, sorge il Santuario di Gibilmanna, un luogo di culto  immerso nel verde e nel silenzio dove è anche possibile visitare anche il Museo Fra Giammaria da Tusa e la Biblioteca dedicata a ‘Fr. Gesualdo da Bronte in cui sono custoditi dei manoscritti rari e preziosi risalenti che vanno dal XVI secolo al Novecento. 

Una guida completa su Cefalù: la perla della Sicilia

Che vogliate trascorrere un week-end, cinque giorni o un’intera settimana a Cefalù, questa cittadella del Tirreno ha tanto da offrire: mare, trekking, natura, cultura, arte e storia rivelandosi una città versatile e duttile, adatta a tutti e per tutti. Questa guida suddivisa per attività e cose da fare e vedere ne è infatti la prova. Seguendola vivrete momenti di divertimento, di interesse e di grandi emozioni da portare nel cuore; avrete quindi l’opportunità di esplorare uno dei luoghi più suggestivi della Sicilia immersi tra bellezza, vita e tanto relax.

Se questa guida su Cefalù vi è piaciuta o vi ha fatto semplicemente venire un’irrefrenabile voglia di visitarla condividetela con i vostri amici, parenti, o la vostra dolce metà.

Leggi anche cosa vedere in un giorno ad Erice, il paese medievale della Sicilia

You Might Also Like

  • Cosa vedere a Cefalù, uno dei borghi più belli d’Italia: guida completa con tanti consigli - Blogger advisor 17 Giugno 2020 at 20:12

    […] Leggi l’articolo completo di Sissiland […]